Serie D gir. H - 32ª giornata

CTL CAMPANIA - PUTEOLANA INT.  1 - 0

IL CAMPANIA BATTE LA PUTEOLANA, DECIDE IL GOL DI CARNICELLI

CTL CAMPANIA: Vigliotti, Pellini, Bosco, Lopetrone (37’ st Di Matteo I), Baratto, Russo, De Luca, Di Palma (14’ st Olivieri), Puca, Di Matteo II (22’ st Carnicelli), Narciso. A disp.: Lima, Ciccarelli, Cavallini, Napoletano. All.: Campana.

 

PUTEOLANA INTERNAPOLI: Alcolino, Sabia, D’Agostino, Scognamiglio, Imbriaco, Luongo, Napolitano, Loiacono (46’ st Murolo), Riccio (26’ st Pisani), Letizia (24’ st Lepre), Fioretti. A disp.: Ciccarelli, Simioli, Cigliano, Valentino. All.: Sorrentino.

 

ARBITRO: Magrini di Città di Castello.

 

MARCATORE: 42’ st Carnicelli.

 

NOTE:  partita giocata a porte chiuse. Espulsi al 44’ st Napolitano (P) per doppia ammonizione e Lepre (P) per proteste. Ammoniti: Lopetrone (C), Di Palma (C), Di Matteo II (C), Sabia (P), Napolitano (P), Loiacono (P). Angoli 8-0 per il Campania. Rec.: 2’ pt, 5’ st.

 

NAPOLI – Il Campania si aggiudica il derby salvezza con la Puteolana e incamera tre punti importantissimi per provare a conquistare la salvezza evitando la lotteria del play out. Decisivi nella ripresa i cambi di mister Campana: sono proprio i neo entrati ‘Pocho’ Di Matteo e Carnicelli (dentro per Lopetrone e Di Matteo II) a costruire l’azione che a 3’ dalla fine porta i ‘guerrieri’ a conquistare una vittoria meritatissima ma che fino a quel momento aveva visto la compagine napoletana sprecare numerose palle gol. Mister Campana opta per Russo centrale di difesa insieme a Baratto, esterni agiscono De Luca e Narciso con Puca a supporto di Di Matteo II. Il Campania assedia da subito i flegrei che in 90’ praticamente non tirano mai in porta. Narciso va vicino al vantaggio già all’8’, la difesa granata libera in affanno. Al 15’ ancora Narciso sciupa una clamorosa occasione: Pellini è un funambolo sulla destra, Di Matteo spizzica di testa, ma l’esterno cresciuto in casa Campania calcia debolmente da due passi. Un minuto dopo punizione di Lopetrone, la barriera devia in angolo. Sul corner seguente Di Matteo colpito in area rimedia una profonda ferita all’arcata sopraccigliare. Nel finale di tempo, prima di un fallo di mano dubbio in area ospite, Baratto impatta di testa l’angolo di Lopetrone, ma Alcolino è strepitoso e la toglie dall’angolino. Per la Puteolana una punizione di D’Agostino da trenta metri bloccata da Vigliotti: tutto qui. Nella ripresa pronti via: capitan Di Palma crossa, Puca al volo spara alto da buona posizione. Al 26’ Carnicelli stacca di testa, sembra fatta ma Napolitano è ben appostato sulla linea e strozza in gola l’urlo del gol a tutto l’ambiente Campania. Quattro minuti dopo e Carnicelli è di nuovo protagonista saltando avversari come birilli sul lato sinistro dell’area di rigore, tocco da biliardo e palo interno, D’Agostino salva proprio mentre la palla sta entrando in rete. Al 34’ Carnicelli fa la sponda, ma Baratto da zero metri non trova clamorosamente la porta. Il gol vittoria, però, arriva al 42’: schema su punizione, Di Matteo I vede l’inserimento di Carnicelli, un rimbalzo e botta secca che s’infila alle spalle di Alcolino. Al 44’ Napolitano si tuffa in area, secondo giallo e doccia anticipata: il neoentrato Lepre dice qualcosa di troppo all’arbitro, rosso diretto e Puteolana in nove. Nel recupero Carnicelli (altro palo) e Di Matteo I si divorano il raddoppio, ma ai ‘guerrieri’ va ugualmente bene così.

 

INTERVISTE

 

“Partita tosta – spiega a fine gare l’allenatore del Campania Rosario Campana – ma sul risultato non c’è nulla da dire, ne potevamo fare almeno altri tre. Spero che possiamo salvarci insieme all’Internapoli, una società che proprio come noi fa enormi sacrifici”. Al termine del campionato mancano due partite, trasferta a Bisceglie e chiusura casalinga col Matera: “Due match tosti – sostiene l’allenatore - basta guardare la classifica, ma se scendiamo in campo con la stessa grinta, la stessa voglia di fare risultato allora potremo fare qualcosa di buono. Più che a noi, però, dovremo guardare anche a ciò che faranno gli altri, di questi tempi ci sono parecchie sorprese”. Fa i complimenti alla squadra e al tecnico, invece, il direttore generale biancazzurro Giovanni De Micco: “In questo periodo non ci girava molto bene, a Sant’Antonio Abate abbiamo perso in maniera molto molto brutta. Oggi i ragazzi ci hanno messo cuore, grinta e grande voglia, ancora una volta il mister ha messo la squadra nella migliore condizione per affrontare questo impegno e i ragazzi hanno fatto una partita eccezionale. Certo, quando si sbagliano così tante palle gol, poi c’è il rischio che la si perde. Mi congratulo con la Puteolana, di cui conosco bene il presidente Di Marino,il quale come fa tanti sacrifici: perciò credo che noi, così come la Puteolana, meritiamo la salvezza perchè siamo due società corrette, pulite, che fanno del fair play finanziario l’aspetto più importante, a differenza di tante altre parti in serie D”.