Serie D gir. H - 30ª giornata

CTL CAMPANIA - POTENZA  1 - 0

BARATTO GOL, IL CAMPANIA STENDE IL POTENZA

CTL CAMPANIA: Vigliotti, Pellini, Cavallini, Baratto, Bosco, Di Palma, Lopetrone, Narciso, Di Matteo II (44’ st Di Matteo I), Puca (39’ st Sommella), Carnicelli (16’ st Olivieri). A disp.: Lima, Russo, Natale, Viscovo. All.: Campana.

POTENZA: Della Luna, Capozza, De Feo (1’ st Savoia), Vaccaro, Grieco (12’ st Guarnera), Lancellotti (15’ st Danieli), Limatola, Marra, Cataruozzolo, Cibele, Nuzzolese. A disp.: Falcone, Sileo, Tancredi, Monteiro. All.: Passarella.

ARBITRO: Buonocore di Marsala.

MARCATORE: 17’ pt Baratto.

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Ammoniti: Lopetrone (C), Limatola (P), Guarnera (P). Angoli 6-3 per il Campania. Rec.: 2’ pt, 4’ st.

NAPOLI – Il Campania supera di misura il Potenza incamerando tre punti fondamentali per provare a conquistare la salvezza evitando la bagarre dei play out. Decide al 17’ del primo tempo un colpo di testa di Baratto. I lucani, ultimi in classifica, giungono al ‘Barassi’ con una formazione piena di giovani che non sfigurano al cospetto dei ‘guerrieri’ giocandosela a viso aperto. Il Campania, comunque, domina per l’intero arco del match fallendo più volte il raddoppio. Mister Campana rientra dopo i tre turni di squalifica e sceglie Carnicelli punta centrale, con Di Matteo II a supporto e Narciso e Puca esterni. Dopo un tiro di Marra deviato in angolo, il Campania va in vantaggio alla prima incursione in area rossoblu: punizione calibrata di Lopetrone, testa di Baratto ben appostato sul secondo palo e palla in rete. Al 19’ Della Luna dice no a Di Matteo, Carnicelli manda alto il tap-in. Azione personale di Puca, il rasoterra sfiora il palo. Al 34’ gran destro su punizione di Lopetrone, il portiere del Potenza alza in corner. Il Campania assedia i rossoblù: ci prova capitan Di Palma con un bel destro a giro, la parabola si perde di poco a lato. In una delle rare sortite offensive degli ospiti ci vuole un grande Vigliotti per togliere dall’angolino il pallone calciato con potenza e precisione da Grieco. Nell’intervallo mister Passarella lascia De Feo negli spogliatoi per Savoia. A inizio ripresa perfetta esecuzione di uno schema da corner, botta di Carnicelli da favorevolissima posizione, sfera sul fondo. Poco prima del quarto d’ora ci provano in serie Lopetrone, Narciso e Di Matteo, ma la mira non è delle migliori. Al 17’ Di Palma crossa, stacco del neoentrato Olivieri che non inquadra la porta. Potenza insidioso in contropiede, ma Nuzzolese sbaglia completamente il tiro. Traversone di Pellini, testa di Di Matteo, pallone sopra la traversa. Chance per Puca, un difensore ci mette la gamba, Di Matteo prende in controtempo il portiere, ma la palla esce. Al 39’ l’ultima occasione biancazzurra: spiovente di Olivieri, Di Matteo da due passi spedisce alto.

 

INTERVISTE

 

“Affrontavamo una compagine già retrocessa – spiega a fine match mister Rosario Campana - ma comunque una signora squadra, con degli ottimi elementi, tutti giovani e dove si vede la mano dell’allenatore che fa giocare molto bene i suoi ragazzi. Faccio i complimenti al Potenza, al suo tecnico e al presidente che nonostante la retrocessione onora il calcio. Noi siamo stati bravi a sfruttare quella palla inattiva con Baratto, anche se potevamo legittimare il risultato in più occasioni. Non è andata così, ma ci prendiamo questi tre punti per noi vitali e ci prepariamo alle prossime quattro sfide dove sappiamo che c’è grande bagarre per evitare i play out: noi ce la metteremo tutta insieme al presidente, ai ragazzi, ai magazzinieri e a tutto il gruppo Campania che si dà tanto da fare”. La vittoria ha una dedica particolare: “E’ per Mariano De Micco, il fratello del nostro dg, un ragazzo eccezionale che ci mette tanta passione, uno che soffre veramente la partita”. Un po’ come lo stesso allenatore, del resto: “Certo, ma io sto più sotto i riflettori, lui sta dietro le linee, dove si soffre di più”. Mister Campana era al rientro dopo i tre turni di squalifica: “Spero di rimanerci il più a lungo possibile per festeggiare tutti insieme questa nostra permanenza in serie D, che credo meritiamo”.

 

“A noi servivano soprattutto i tre punti – è il commento del direttore generale Giovanni De Micco – in una gara non facile perché c’era l’obbligo di vincere. Poi di fronte avevamo una squadra importante perché il Potenza è composto da giovani di valore ed ha dimostrato anche qui a Napoli di giocarsela fino alla fine. Ecco, questo è il calcio che a me piace”. Di qui alla fine mancano quattro partite, con tante squadre in lotta per evitare i play out: “Saranno quattro finali, ci si giocherà i play out fino all’ultima giornata. Noi cercheremo di farci trovare pronti sperando di farcela”. La gioia per i tre punti colma anche il rammarico per le tante occasioni sprecate per il raddoppio: “E’ vero, troppe palle gol mancate, ma siamo contenti per il risultato. Andiamo avanti per la nostra strada: ripeto dobbiamo farci trovare pronti in queste ultime quattro partite”.